Il nostro impegno per il sociale


Da sempre cerchiamo di aiutare il prossimo perché la riteniamo una cosa giusta e perché ci fa stare davvero bene; per questo da 12 anni siamo volontari della protezione civile di Imola. Ne abbiamo viste di cotte e di crude, il sisma in Abruzzo, esondazioni, terremoti, incendi...

Quest’anno, con la nostra attività, abbiamo deciso di intraprendere delle iniziative di beneficenza e abbiamo scelto di partire dai bambini meno fortunati.


Il servizio di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza di Imola, che segue i ragazzi da 0 a 18 anni con disturbi dell'apprendimento, ha estrema necessità di "test di valutazione delle capacità linguistiche e cognitive": kit di questionari, giochi simili a quelli didattici, schede e disegni che servono per fare la diagnosi di alcuni disturbi e, purtroppo, si deteriorano velocemente con l'uso. Abbiamo così donato una parte del nostro incasso di gennaio 2019 proprio a loro.

Perché noi di PURO - Quelli del caffè, facciamo beneficenza?

Ci siamo resi conto che spesso non vogliamo vedere le situazioni scomode, dove c'è più richiesta d'aiuto. Ognuno tende a pensare al "suo", senza mai cercare di guardare un po' più in là, di guardare al "prossimo".

Non ci siamo voluti fermare alle iniziative benefiche. Abbiamo voluto fare qualcosa di più, qualcosa di continuativo: abbiamo adottato una bimba in Uganda.

Questa è Yik Parwoth Ratius.

Abbiamo avuto la fortuna di conoscere l’Associazione Italia Solidale che ci ha dato questa opportunità. A differenze delle classiche adozioni a distanza, con loro abbiamo la possibilità di essere in contatto con questa bimba e la sua famiglia e creare così un rapporto con loro. La speranza è quella di riuscire ad andare a trovarla un giorno e conoscerla di persona.

Queste iniziative, oltre al nostro impegno personale, sono volte a sensibilizzare proprio te, caro lettore, e ci auguriamo di averti lasciato anche solo un piccolo spunto di riflessione.